Archivio Tag: Nicola Luberto

dic 11

Parma. Ordine dei geologi sui temi del dissesto idrogeologico. Intervento del coordinatore nazionale Nicola Luberto

Parma 11 dicembre 2014

All’indomani dell’alluvione del 13 novembre 2014 a Parma, l’ordine dei geologi hanno tenuto un incontro pubblico con i cittadini, le Istituzioni e i rappresentanti del territorio sul tema del dissesto idrogeologico.

Chi ci scrive è Nicola Luberto, coordinatore del Comitato 11 Giugno di Sala Baganza nonchè coordinatore nazionale della rete/ movimento …

Continua a leggere »

dic 01

Movimento “Maipiù” a Senato: subito risposte per alluvionati

Pubblichiamo da Radio Vaticana (leggi articolo originale)

Nuova allerta maltempo con diffuse perturbazioni previste nei prossimi giorni in quasi tutta Italia. Intanto, al Senato il neonato Coordinamento nazionale “Maipiù”, promosso da vari Comitati di alluvionati, presenta una serie di proposte per sollecitare adeguate politiche di gestione e di tutela dei territori a rischio. Ma quale …

Continua a leggere »

ott 15

La storia e la memoria collettiva non insegnano nulla. Parma un’altra volta sott’acqua

Riceviamo e pubblichiamo dal referente del Comitato 11 Giugno – Sala Baganza, Nicola Luberto, la lettera di indignazione relativa ai fatti tragici di lunedì 13 ottobre che hanno messo ancora una volta il parmense in pericolo.

Paura e indifferenza

La storia e la memoria collettiva non insegnano nulla ai nostri politici ed amministratori …

Continua a leggere »

feb 02

“Siamo vittime di malapolitica”, la lettera dagli alluvionati parmensi ai cugini modenesi

“Cari amici, permettetemi di mandare a nome degli alluvionati parmensi, un abbraccio solidale ai nostri corregionali modenesi, vittime anche loro di una malapolitica che attraverso scelte scellerate, devasta il territorio, con la poca attenzione preventiva, cementificazione selvaggia e le svariate opere inutili, la logica conseguenza sono le ripetute alluvioni che rovinano e sconvolgono il vivere quotidiano di tanti cittadini che nell’arco di pochissimo tempo perdono tutto“.